IL DESERTO DIETRO CASA

Scopriamo insieme cos’è la desertificazione

desertificazione
La desertificazione è un problema che ci riguarda tutti e questa estate caldissima è solo una delle tante dimostrazioni di una Natura che soffre. Scopriamo insieme cos’è la desertificazione e cosa possiamo fare per contrastarla.

LA GIORNATA MONDIALE CONTRO LA DESERTIFICAZIONE

“Risorgiamo insieme dalla siccità”, questo è stato il tema scelto per la giornata Mondiale contro la desertificazione e siccità per il 2022. Questa ricorrenza si celebra ogni 17 giugno dal 1995, anno in cui, a seguito dell’approvazione della Convenzione ONU per la lotta alla desertificazione (UNCCD), le Nazioni Unite hanno deciso di indire una giornata di sensibilizzazione

Una ricorrenza importantissima che tratta un problema -purtroppo- in costante aggravamento. Negli ultimi 22 anni, il numero e la durata degli eventi di siccità è aumentato del 30% su tutto il Pianeta. I deserti che espandono i propri confini portano con sé diverse problematiche. Prima fra tutte, ovviamente, la mancanza d’acqua.

ACQUA, UN BENE COMPLESSO

Ritrovarsi senza acqua, soprattutto per comunità di persone già povere di questo elemento, significa dover fronteggiare molti problemi. Quelli economici sono tra i più importanti: chi vive di agricoltura e pastorizia si ritrova privo della risorsa che permette alle colture di crescere e gli animali di abbeverarsi. Anche i problemi di salute sono strettamente legati alla disponibilità di acqua. Anche solo avere la possibilità di lavarsi le mani frequentemente -lo abbiamo imparato molto bene negli ultimi due anni- è un primo importantissimo baluardo contro la diffusione delle malattie.

carenza idrica

Avere acqua a disposizione permette inoltre di pulire gli ambienti in cui si vive, i prodotti che mangiamo ed avere, in generale, una buona cura della propria igiene.

La desertificazione priva intere popolazioni di questi benefici ed innesca un altro fenomeno inevitabile: le migrazioni forzate. Gruppi di persone, talvolta anche molto numerosi, privati dell’acqua a causa della desertificazione e della siccità, sono costretti a lasciare le proprie abitazioni, abbandonare campi e bestiame al proprio destino ed esporsi a malattie anche gravi.

MOLTE CAUSE, UN SOLO RESPONSABILE

Spesso, di fronte alle parole “deserto” o “desertificazione”, istintivamente pensiamo a dune di sabbia, oasi e carovane di dromedari. In effetti, anche il deserto ha un ruolo nell’equilibrio della Terra ma la sua espansione degli ultimi anni non ha niente a che fare con motivazioni naturali.

Una delle prime cause è il cambiamento climatico causato dalle attività umane. Un ‘nemico’, il climate change, che nel nostro percorso su Educational Goal abbiamo spesso incontrato e che ha ovviamente un ruolo anche nell’espandersi dei deserti. Ma non è il solo.


L’incuria del suolo, spesso impoverito per l’agricoltura intensiva oppure sottoposto ad intense attività di estrazione di minerali, ha reso la terra incapace di arrestare l’avanzare della siccità. Anche il disboscamento e la costante creazione di zone urbanizzate hanno tolto fertilità e spazio a terreni sani, ricchi di vegetazione, annientando le difese naturali. Purtroppo, anche di fronte a questi problemi dobbiamo capire che il minimo comun denominatore è da imputarsi sempre alla responsabilità dell’uomo.

DESERTO ITALIA

desertificazione sud italia

Anche il nostro Paese non è immune a fenomeni di desertificazione e siccità. Il caldo è stato il protagonista di questi ultimi mesi e, infatti, da gennaio a maggio 2022 è caduto il 44% in meno di pioggia, un record -negativo- che non toccavamo da oltre 60 anni.

Nel Nord Italia sono comparse le prime autobotti per la distribuzione potabile, si è parlato di razionare il consumo di acqua in diverse zone del Paese e le immagini della sofferenza del Po hanno fatto il giro del web e dei social network. Desertificazione e siccità aumentano il rischio di incendi ed anche di alluvioni. Una terra arida, ricoperta di arbusti secchi brucia velocemente e, in caso di forti ed improvvise piogge, è troppo secca per assorbire l’acqua, aprendo la strada a fenomeni distruttivi come alluvioni ed esondazioni di fiumi.

UN IMPEGNO PER TUTTI

Ogni buona pratica che contrasti il climate change è valida per limitare l’avanzare dei fenomeni di desertificazione e siccità. Avere cura dell’acqua è un grande passo per avere cura della Natura tutta.

Il razionamento dell’acqua, l’invito a limitare gli sprechi ed altre prassi legate all’emergenza che stiamo vivendo, sono sicuramente utili ma ancora più decisiva è la cura che dobbiamo mostrare durante tutto l’anno -anche quando questa lunga ondata di caldo sarà terminata- verso la più preziosa delle nostre risorse.

Achab Med srl
Via Alcide De Gasperi 44
San Giorgio del Sannio (BN)
P.iva 01332290624

Segreteria organizzativa 2021/2022
rassegna@educationalgoal.it
Telefono +39 3451530123
Sede operativa
c.da Piano Cappelle, S.s. Appia km 267
82100 Benevento

info@achabmed.it
achabmedsrl@legalmail.it

 
 
Siamo iscritti a MEPA